Gaon Street Light

 

lampione-elimina-problema-rifiuti

Gaon Street Light, un lampione che elimina il problema dei rifiuti Sabato 15 Maggio 2010 13:43 Antonia Guerra Nulla va gettato perché tutto può essere utilizzato per generare energia pulita. Forse però non è “energia pulita” il termine giusto per questo progetto… Gaon Street Light, infatti, è un lampione che si alimenta con la spazzatura (powered by trash). Eh già, proprio così: la spazzatura! Ma non tutta, non l’indifferenziato, la plastica ed il vetro: solo l’umido, l’organico. Cosa c’è di pulito in tutto ciò? Molto più di quello che a prima vista si potrebbe immaginare. Il progetto è di Haneum Lee, che ha pensato bene di inventare un lampione che trae dall’organico l’energia necessaria ad accendersi, senza rilasciare cattivi odori. Gaon Street Light, ha alla base un bidone della spazzatura dove i passanti possono gettare i rifiuti organici che vengono compostati per ottenere il metano che alimenta la lampada. Un’invenzione geniale che però per risultare davvero perfetta dovrebbe riuscire a superare alcuni ostacoli. Cosa succede se nel bidone i passanti distratti gettano rifiuti diversi da quelli organici? Quanta spazzatura serve per fare accendere un lampione? E se per caso non ci sono sufficienti rifiuti da consentire l’accensione del lampione, la strada resta buia? Allora forse sarebbe meglio utilizzare Gaon Street Light solo lungo strade molto trafficate, dove i rifiuti non mancano mai e scriverci su a caratteri cubitali SOLO ORGANICO. Questo lampione che si alimenta con i rifiuti consente di ridurre il problema dello smaltimento e siamo sicuri che, apportate le adeguate modifiche, potrà illuminare le nostre strade e ricordarci che anche da un torsolo di mela si può ricavare energia. E voi che ne pensate?

Annunci

Video sulla sensibilizzazione all’ambiente

http://www.youtube.com/watch?v=vQqfkmVnw4E

Questo è un video tratto da “Youtube” che mostra dei bambini mentre giocando con delle automobiline; i primi due bambini giocano in mezzo alla sabbia (la quale rappresenta lo somog cittadino) mentre il secondo gioca nell’erba, risparmiando ed aiutando l’ambiente. Al termine del video i bambini si uniscono per giocare insieme, cercando di rendere più pulito il loro piccolo mondo.

la fiera del Masnà 15 maggio 2010

L’Istituto Comprensivo  e la Bibblioteca Comunale di Villanova d’Asti hanno aderito alla Fiera del Masnà. In questa fiera si barattano oggetti di ogni tipo. Non si spendono soldi per partecipare. Bisogna portare  oggetti che non usate più e scambiarli con quache altro articolo  di cui si ha bisogno o si ha il piacere di avere. E’ molto divertente e istruttivo perché é meglio barattare e riciclare al posto di comprare nuovi prodotti. Mi raccomando partecipate numerosi .  Vi aspettiamo

 Silvia Orlando & Lucrezia Barbero (II b)

Aboliamo l’acqua in bottiglie di plastica e beviamo dal rubinetto con l’acqua filtrata

L’Istituto Comprensivo di Villanova d’ Asti aderisce all’ iniziativa di diminuire l’ uso delle bottiglie di plastica e bere l’aqua del rubinetto filtrata. Infatti noi della seconda B abbiamo una brocca che ci permette di non utilizzare più le bottiglie di plastica, risparmiare soldi e inquinare di meno perchè le bottiglie di plastica sono fatte col petrolio.  Mi raccomando seguite il nostro esempio

Davide F. e Octavian T.

 

Una pianta ci farà navigare usando il 10% in meno di carburante

Da ecowiki:

Un trucco copiato da una pianta acquatica potrebbe aiutare le navi a consumare il 10% in meno del carburante durante le crociere.

La Salvinia molesta e’ una pianta galleggiante con una superficie che non si bagna e la sua idrofobicità e’ un elemento chiave per ridurre gli attriti tra lo scafo di una imbarcazione e le acque in cui naviga.

Lo stanno studiando all’università di Bonn, dove cercano di costruire artificialmente dei materiali super idrofobici. Il trucco sta nei peli microscopici che mantengono un sottilissimo strato d’aria intorno alla pianta. La punta dei peli e’ idrofila e, in parole povere, crea una gabbia d’acqua da cui l’aria non riesce a scappare.

 

Una nave impiega circa metà dell’energia prodotta per vincere gli attriti tra l’acqua e lo scafo durante la navigazione. Considerato il volume di merci che viaggia via acqua nel mondo, un sistema che permetta di ridurre i consumi delle navi del 10% si tradurrebbe in un 1% di riduzione dei consumi di carburante nell’intero settore dei trasporti mondiali.

LA FIERA DEL MASNA’

Il giorno sabato 15 Maggio dalle ore 10 al tramonto si svolgerà nell’isola pedonale di Via Roma a Villanova d’Asti la fiera del Masnà: piccola fiera del baratto ,con scambio di libri e di giochi dedicati ai bambini di ogni età.

Organizzata dal gruppo Volontari del Commercio equo e solidale di Villanova d’Asti ( di cui fa parte il nostro professore Paolo Tessiore). Noi come classe 2B aderiamo da ormai tre anni ; questa fiera oltre che a ridurre l’impatto ambientale( cioè lo spreco di materiali inquinanti) è anche un modo per socializzare con nuovi individui coetanei e non.

Vi aspettiamo numerosi!!!!!!!!!!!!!!!=)

 

L’acqua del rubinetto e la brocca filtrante

Nella scuola stiamo promuovendo l’uso dell’acqua del rubinetto e della brocca filtrante, non è una soluzione definitiva, ma così riduciamo drasticamente l’uso delle bottiglie di plastica